vVinci Pasticceria Siciliana Messina

Premiata Pasticceria Lillo Vinci Messina/h2>

Specialità Dolciarie Siciliane

Paste di Mandorla, Qauresimali, Pignolata, Cannoli, Cassata Siciliana

Panettone artigianale

Lillo Vinci Pasticceria Siciliana

DSC00711.JPG
0Logo1-01

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram
© 2015 by Pasticceria Lillo Vinci​

Torroncini

DESCRIZIONE: l’origine del torrone è da attribuire agli antichi romani, infatti dall’etimologia della parola: dallo spagnolo turròn, abbrustolito, derivato da turrar, arrostire, al latino torrere, tostare come in effetti sono le mandorle impiegate per la lavorazione del torrone. Marco Gavio Apicio, vissuto sotto l’autorità di Tiberio, scrisse alla fine del I secolo d.C. il “De Re Coquinaria”(L’arte culinaria); in questo trattato, Apicio parla di un dolce, antenato del torrone preparato con miele, mandorle ed il bianco d’uovo. Sicuramente come la maggior parte dei dolci, in Sicilia subisce la contaminazione dell’arte culinaria araba, infatti oltre la qualità prodotta con gli albumi, via via si produce anche quello con il miele e lo zucchero caramellato ( tipica lavorazione di origine araba) ed insaporito con spezie forti come la cannella, lo si deduce anche dal nome come viene chiamato in alcune zone del meridione cuppedo, cupeto o cupàte la cui origine della parola araba qubbat (mandorla)

Torroncini della Pasticceria Siciliana Lillo VInci


LE CARATTERISTICHE: questo dolce preparato con ingredienti semplici : mandorle tostate, zucchero, miele albumi d’uovo è caratteristico nei periodi natalizi dove lo si gusta in molteplici varietà, aggiungendo cioccolato, aromi e spezie di vario genere.


DENOMINAZIONE: la diffusione e la commercializzazione di questo magnifico dolce (prettamente natalizio) la si deve secondo alcune fonti, anche ai cremonesi, dove c’è un antica tradizione di questo prodotto, infatti durante il banchetto nuziale di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti nel 1441, fu servito un dolce di mandorle, miele ed albume che riproduceva la forma del torrione della città, quindi dalla parola torre, alla parola torrone, il passo è breve.


INGREDIENTI: Torroncino Bianco: Mandorle tostate, zucchero, miele d’arancia, glucosio, albumi d’uovo, acqua,  aroma   di limone, cioccolato bianco.

Torroncino Nero: Mandorle tostate, zucchero, miele d’arancia, succo di limone, aroma naturale di vaniglia, aroma di cannella, cioccolato. 

if(typeof $ !== "undefined"){ $(function() {$(window).on('change_page', function(){if(typeof(eADVManagerSettings) !== "undefined"){eADVManagerSettings.r(window); var old = document.querySelectorAll('body > [id^="eadv_pos_"]'); for(var a=0;a .eadv-banner'); for(var b=0;b